Porta Giulia a Cittadella buy posters and art prints

Giulia è una donna, bella, conquistata, corrotta, abusata.
La fotografia è complice del misfatto.
Si ostina a negarle il diritto di mostrare il proprio corpo assediato dal ferro, dall'ossido di carbonio, da un divieto di sosta.
E continua a barare: scompone, taglia, inquadra, sfuoca, elude, illude, strucca.
Giulia in fondo è proprio così, stanca, ma non assuefatta a chi, cieco, la trapassa senza vederla.
Se le fotografie di Vito Magnanini fossero suoni, sarebbero accordi in tonalità minore, con un'anima, profondi, come si addice alle emozioni che durano a lungo, alla tenerezza.
Ora Giulia, malgrado la "fotografia", è ancora tutto questo: signorile e decadente, col rossetto debordante e le calze smagliate.
(G. De Chirico)